Condizioni generali di vendita

Gent.mo Ospite,

 

la Regio Augsburg Tourismus GmbH Vi offre dei pacchetti turistici propri (per questi sono valide le seguenti condizioni generali di viaggio per viaggi forfettari) e oltre a ciò si presta come intermediaria per stanze e altre singole prestazioni turistiche (p.e. guide turistiche, manifestazioni sportive, biglietti per il teatro, escursioni, mostre, pacchetti turistici di altri hotel ….) così come offerte di viaggi forfettari di altri operatori turistici secondo la ns. attuale offerta.

 

Nella misura in cui la Regio Augsburg Tourismus GmbH opera per Voi come intermediaria di servizi da parte di terzi, agisce come ufficio prenotazioni in nome e per conto dell´ospitante, del prestatore di servizi diversi o dell´operatore turistico. Rapporti contrattuali riguardo la prestazione di servizio mediata sussistono solo tra l´ospite e il prestatore di servizi diversi e rispettivamente l´operatore turistico. Questi prestano il servizio da noi mediato sotto la propria responsabilità. Per la fornitura contrattuale del servizio sono responsabili soltanto le Vs. parti contraenti. In caso di prenotazione nasce un contratto di mediazione tra l´ospite e la Regio Augsburg Tourismus GmbH. Nell´ambito di questo contratto di mediazione la Regio Augsburg Tourismus GmbH si impegna a fornire un´informazione completa, consulenza e un regolare svolgimento della prestazione mediata.

 

In caso di reclami l´ospite è perciò tenuto a rivolgersi immediatamente alla sua parte contraente (prestatore di servizi diversi, operatore turistico ...) per pretenderne rimedio. Qualora quest´ultimo non risponda al reclamo, la Regio Augsburg Tourismus GmbH resta volentieri a disposizione per un appianamento. Restano valide le condizioni di transazione dei singoli contraenti. Nel caso di mediazione di servizi a rivenditori la Regio Augsburg Tourismus GmbH fornisce un servizio di pura mediazione.

 

Restano valide le seguenti condizioni generali di vendita della Regio Augsburg Tourismus GmbH.

Condizioni generali di vendita per la mediazione centralizzata di stanze attraverso la Regio Augsburg Tourismus GmbH La Regio Augsburg Tourismus GmbH effettua su richiesta la mediazione di stanze tramite un sistema di prenotazione elettronico. La mediazione per il cliente è gratuita. Il contratto di affitto per stanze, appartamenti per la villeggiatura o stanze private viene stipulato tra il cliente e l´ospitante (locatore). Per i rapporti giuridici tra l´ospite e il locatore sono vincolanti le clausole del contratto di affitto.

 

Fra l´altro sono valide le seguenti clausole:

 

1. Il contratto di alloggio è da ritenersi concluso nel momento in cui la richiesta di prenotazione del cliente, che può essere inoltrata oralmente, telefonicamente, via email o via internet viene accettata, confermata per iscritto dalla Regio Augsburg Tourismus GmbH (nel caso di prenotazione via internet o via email la prenotazione segue sotto forma di testo elettronico) e giunge al cliente. Nel caso di richieste di prenotazioni inoltrate telefonicamente o oralmente all´ultimo momento, la conferma telefonica o orale della Regio Augsburg Tourismus GmbH porta immediatamente ad una conclusione del contratto giuridicamente vincolante.

 

2. Il locatore è obbligato a mettere a disposizione dell´ospite la stanza prenotata. In caso contrario deve risarcire il danno al cliente. 

 

3. In caso di mancata fruizione dei servizi contrattuali l´ospite è obbligato a pagare il prezzo pattuito o regolare dal quale vengono detratti i servizi che il locatore ha risparmiato per la durata del contratto. 

 

4. Il locatore è tenuto a disporre altrimenti e in buona fede delle stanze non utilizzate, al fine di evitare perdite. Le entrate sono da compensarsi con la perdita. 

 

5. Le registrazioni nell´elenco dell´ospitante corrispondono alle informazioni dei locatori.

 

Condizioni generali di viaggio per viaggi forfettari della Regio Augsburg Tourismus GmbH

Gent.mo Ospite, le seguenti condizioni di viaggio valgono per le offerte di pacchetti turistici della Regio Augsburg Tourismus GmbH secondo § 651a sez. 1 del BGB (Bürgerliches Gesetzbuch). Queste diventeranno, qualora efficacemente concordato secondo le disposizioni di legge, parte del contratto di viaggio concluso, in caso di prenotazione secondo le disposizioni di legge dei §§ 651a–m del BGB, tra Voi – denominato “cliente” – e noi operatore turistico – denominato “RAT”. Siete perciò pregati di leggere molto scrupolosamente queste clausole.

 

1. Conclusione del contratto di viaggio

 

1.1. Attraverso la comunicazione scritta, elettronica, orale o telefonica il cliente passa
un´offerta vincolante per la conclusione di un contratto di viaggio. Il cliente è vincolato a quest´offerta due settimane.

 

1.2. Il contratto è da ritenersi concluso esclusivamente con l´arrivo della conferma scritta (in caso di prenotazione via email o internet sotto forma di testo elettronico). Ciò non vale per prenotazioni effettuate dal cliente con un preavviso inferiore a 7 giorni feriali dall´inizio del viaggio; in questi casi la conferma telefonica o orale porta alla conclusione vincolante del contratto.

 

1.3. La prenotazione del cliente vale anche per tutti i partecipanti elencati in quest´ultima, qualora egli ne abbia ricevuto l´incarico attraverso una dichiarazione esplicita a parte, in forma scritta.

 

2. Pagamento

 

2.1. Con la conferma della prenotazione il cliente riceve il certificato del fondo di garanzia (Sicherungsschein) ai sensi del § 651k del BGB. Qualora non sia accordato diversamente, alla consegna del certificato del fondo di garanzia dovrà essere corrisposto un acconto pari al 10% del prezzo del viaggio. Il saldo del prezzo dovrà essere corrisposto senza alcuna richiesta di pagamento, entro 14 giorni dall´inizio del viaggio. Determinante è l´arrivo (del pagamento) sul conto della RAT. Per contro verranno spediti al viaggiatore i documenti di viaggio.

 

2.2. Un certificato del fondo di garanzia non viene consegnato ai sensi del § 651k del BGB,
derogando dal punto 2.1, se il viaggio non dura più di 24 ore, se non prevede alcun
pernottamento e non supera il prezzo di 75 €.

 

2.3. In seguito all´accordo dell´acconto prima dell´inizio del viaggio, con l´avvenuta consegna del certificato del fondo di garanzia e date la disponibilità e prontezza alla prestazione dei servizi contrattuali da parte della RAT, non sussiste alcun diritto alla fruizione dei servizi contrattuali senza avere corrisposto l´intero pagamento del prezzo di viaggio.

 

2.4. In caso di annullamento del viaggio vengono addebitate spese come da punto 5.2. Consigliamo assolutamente la stipulazione di una polizza assicurativa contro il pagamento dei corrispettivi di recesso (spese di annullamento). Nei viaggi forfettari con un prezzo superiore a 75 € a persona o con pernottamento l´assicurazione contro il pagamento dei corrispettivi di recesso è compresa nel prezzo del viaggio. La franchigia ammonta al 20% dei costi di annullamento, con un minimo però fisso di 25 €.

 

3. Prestazioni

 

3.1. Oggetto del contratto sono quelle prestazioni che sono state inserite dalla RAT nel sistema di prenotazione o che sono state elencate nella conferma della prenotazione in collegamento con le descrizioni delle prestazioni.

 

3.2. Le agenzie viaggi o i prestatori di servizi non sono autorizzati, senza conferma scritta della RAT, a fare promesse o a contrarre degli impegni al di fuori delle descrizioni della conferma di prenotazione, a superare la descrizione delle prestazioni o ad esserne in contrasto.

 

3.3. I cataloghi degli hotel, del territorio e della regione, così come altre descrizioni non contenute nel sistema di prenotazione o non formulate dalla RAT, hanno soltanto un carattere informativo non vincolante e il loro contenuto non viene né garantito né controllato dalla RAT. Di conseguenza sono valide soltanto le descrizioni inserite dalla RAT nel sistema di prenotazione o elencate nella conferma della prenotazione in collegamento con le descrizioni delle prestazioni.

 

4. Modifiche della prestazione

 

4.1. La RAT si riserva espressamente per ragioni oggettivamente legittime, non prevedibili prima della conclusione del contratto, di motivare un cambiamento della prestazione della quale il viaggiatore verrà informato per iscritto prima della registrazione.

 

4.2. Cambiamenti o deroghe a singole prestazioni di viaggio relative ai contenuti del contratto, che si rendono necessari dopo la conclusione del contratto stesso e che non sono stati provocati dalla RAT in malafede, sono permessi qualora detti cambiamenti o deroghe non siano considerevoli, non conducano a un sostanziale cambiamento della prestazione di viaggio e non pregiudichino lo stile complessivo del viaggio prenotato. Eventuali diritti di rivendicazione rimangono intatti se le prestazioni modificate hanno dei vizi. La RAT è obbligata a informare immediatamente il cliente su cambiamenti e deroghe alle prestazioni. All´occorrenza la RAT offrirà al cliente un cambiamento di prenotazione gratuito o un recesso gratuito.

 

5. Recesso da parte del cliente, cambiamento di prenotazione, persona sostitutiva

 

5.1. Il cliente può recedere dal contratto in qualunque momento prima dell´inizio del viaggio. La comunicazione del recesso dovrebbe avvenire per Vs. sicurezza per iscritto. Determinante è la ricezione della RAT della comunicazione di recesso.

 

5.2. In caso di recessione dal contratto o di mancata partecipazione da parte del cliente, la RAT può pretendere dei risarcimenti per i provvedimenti di viaggio presi e per le spese sostenute, applicando le seguenti condizioni. Nel calcolo delle spese sono stati considerati ordinariamente le spese per servizi non prestati e altri possibili impieghi dei servizi di viaggio.

 

Viaggi di più giorni con pernottamento

- sino al 21esimo giorno prima della partenza del viaggio 10% del prezzo del viaggio

- da 20 a 7 gg. prima della partenza del viaggio 30% del prezzo del viaggio


- dal 7 giorno prima della partenza del viaggio 50% del prezzo del viaggio


- dopo tale termine o in caso di mancata comparizione del cliente 80% del prezzo del viaggio

 

Viaggi di più giorni con pernottamento e volo

- sino al 7 giorno prima della partenza del viaggio 40% del prezzo del viaggio

- dal 7 giorno prima della partenza del viaggio 50% del prezzo del viaggio

- dopo tale termine o in caso di mancata comparizione del cliente 80% del prezzo del viaggio



 

5.3. Il cliente può riservarsi di dimostrare alla RAT che non le sono derivati alcuni costi o dei costi di importo inferiore rispetto alle spese forfettarie da lei rivendicate. In tal caso il cliente pagherà dei costi più bassi.

 

5.4. Anzichè rivendicare un risarcimento forfettario la RAT può rivendicare come perdita, secondo le disposizioni di legge, i costi concretamente derivati. È obbligata in questo caso a calcolare le sue spese e a documentarle singolarmente al cliente.

 

5.5. Qualora dopo la prenotazione del viaggio fissato per una determinata data, che rientra nella validità temporale della pubblicazione del viaggio, vengano apportate delle modifiche su richiesta del cliente riguardanti la data del viaggio, l´alloggio, il trasporto o altri servizi prenotati (p.e. trattamenti di cura, noleggio di biciclette, biglietti per concerti o per il teatro), la RAT può far pagare ad ogni partecipante delle spese per la modifica della prenotazione. Richieste di modifica da parte del cliente, pervenute con un preavviso inferiore a 30 giorni dalla data della partenza del viaggio, ammessa la loro possibile attuazione, possono essere eseguite solo con un recesso dal contratto di viaggio, alle condizioni regolamentate dal punto 5.2. e con una simultanea nuova iscrizione. Ciò non vale per modifiche che comportano soltanto costi di lieve entità.

 

5.6. Qualora il cliente ceda il contratto di viaggio a terzi (persona sostitutiva) deve comunicarlo tempestivamente alla RAT che gli addebiterà un onere fisso pari a 25,- Euro per la modifica della prenotazione. Il cessionario acquista così tutti i diritti e i doveri derivanti dal contratto insieme al cedente. In particolare il cedente e il cessionario sono solidalmente obbligati nei confronti della RAT al pagamento del prezzo di viaggio e dei costi derivanti dalla cessione (alla persona sostitutiva). La RAT può opporsi al cambiamento di cliente qualora il terzo non soddisfi tutte le condizioni particolari previste dal contratto o la sua partecipazione infranga disposizioni di legge o disposizioni delle autorità.

 

5.7. Spese di amministrazione, di recesso o di cambiamento della prenotazione sono da saldare immediatamente.

 

6. Mancata fruizione dei servizi

 

6.1. In caso di mancata fruizione di singoli servizi da parte del viaggiatore, in seguito ad un rientro anticipato o a ragioni plausibili, la RAT si rivolgerà ai prestatori di servizi per il rimborso delle spese. Questo impegno decade qualora si tratti di servizi irrilevanti o un rimborso infranga disposizioni di legge o disposizioni delle autorità.

 

7. Recesso o annullamento da parte dell´operatore turistico

 

7.1. La RAT può recedere sino a 20 giorni prima della partenza del viaggio in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti indicato espressamente nella descrizione del viaggio. La dichiarazione di recesso è da inoltrare al cliente il più presto possibile. Al viaggiatore viene restituito immediatamente un eventuale acconto versato o quest´ultimo può pretendere, immediatamente dopo la ricezione della disdetta, di partecipare ad un altro viaggio tra quelli offerti, per lo meno di pari valore, qualora la RAT lo possa offrire al cliente senza sovrapprezzo. 
Il cliente deve rivendicare questo diritto nei confronti della RAT immediatamente dopo la ricezione della disdetta del viaggio.

 

7.2. La RAT può annullare il contratto senza rispettare alcun termine nel caso in cui il cliente disturbi persistentemente l´esecuzione del viaggio, nonostante un richiamo da parte dell´operatore turistico e/o qualora il suo comportamento risulti talmente non conforme ai termini contrattuali da giustificare un´immediato annullamento del contratto. In questo caso la RAT mantiene il diritto al costo del viaggio. La RAT deve farsi conteggiare il valore dei servizi non prestati così come quei vantaggi derivanti, p.e. l´emissione di note di accredito da parte di singoli prestatori di servizi. I costi derivati dal rientro così come eventuali spese supplementari sono in questo caso a carico del cliente stesso.

 

8. Forza maggiore

 

8.1. Nel caso in cui un viaggio venga in seguito gravemente ostacolato, compromesso o pregiudicato da cause di forza maggiore non prevedibili al momento della conclusione del contratto, quest´ultimo può essere annullato sia dalla RAT che dal cliente. In seguito ad un annullamento in virtù di questa clausola la RAT perde il diritto al costo del viaggio pattuito. La RAT può però pretendere un risarcimento adeguato per i servizi prestati fino a quel momento o per i servizi ancora necessari sino al termine del viaggio. La RAT è obbligata a prendere le misure necessarie in seguito alla disdetta del contratto. Le spese supplementari per il rientro sono a carico di entrambi i contraenti e da dividere in parti uguali. Per il resto dei casi spese supplementari sono a carico del viaggiatore.

 

9. Garanzia, annullamento da parte del viaggiatore, obbligo di denuncia

 

9.1. In seguito ad una mancata esecuzione del viaggio secondo i termini contrattuali il viaggiatore può pretendere un rimedio. La RAT può rifiutargli il rimedio se quest´ultimo comporta un dispendio sproporzionato. La RAT può anche apportare rimedio prestando un servizio sostitutivo di pari valore.

 

9.2 Il viaggiatore può pretendere un´adeguata riduzione del prezzo del viaggio per la durata di un´esecuzione del viaggio non conformemente al contratto. Il prezzo del viaggio dovrà essere ridotto in rapporto al valore del viaggio senza vizi al momento della vendita e il suo effettivo valore.

 

9.3. Il viaggiatore è obbligato a presentare immediatamente il suo reclamo alla RAT o al- l´ ufficio preposto che gli è stato indicato in questo caso. Qualora il viaggiatore ometta intenzionalmente di denunciare un vizio, non ha diritto a una riduzione.

 

9.4. Qualora un viaggio venga notevolmente pregiudicato da un vizio e qualora la RAT non apporti alcun rimedio entro un termine adeguato, il viaggiatore può disdire il contratto, nel suo stesso interesse e per ragioni di dimostrabilità opportunamente per iscritto, nell´ambito delle disposizioni di legge. Lo stesso vale nel caso in cui in seguito a un vizio del viaggio, dovuto a una causa grave e riconoscibile dalla RAT, non si possa pretendere che il viaggiatore partecipi al viaggio. Non è necessario stabilire un termine per il rimedio solo se il rimedio è di impossibile attuazione o viene rifiutato dalla RAT o se l´immediata disdetta del contratto è giustificata da un particolare interesse del viaggiatore. Il viaggiatore deve pagare alla RAT in riferimento alle prestazioni fruite la parte del prezzo del viaggio che non ha avuto luogo, se queste prestazioni erano per lui interessanti.

 

9.5. Il viaggiatore può pretendere un risarcimento danni per inadempienza, nonostante la riduzione o la disdetta del contratto, a meno che il vizio del viaggio sia dovuto ad una circostanza della quale la RAT non sia responsabile.

 

10. Responsabilità civile

 

10.1. La responsabilità contrattuale della RAT è limitata al triplo del valore del prezzo del viaggio per danni di tipo non fisico 
a) nella misura in cui un danno del cliente non sia stato provocato con premeditazione o con grave incuranza
b) nella misura in cui la RAT sia responsabile per un danno derivato a un cliente la cui colpa però sia imputabile a un prestatore di servizi

 

10.2 Per tutti i diritti al risarcimento del danno del cliente nei confronti della RAT per azione illecita, non attribuibile a premeditazione o grave incuranza, la RAT risponde in caso di danni materiali fino a _4.100,- ; qualora il prezzo del viaggio triplicato superi questa somma, la responsabilità per danni materiali è limitata al prezzo del viaggio triplicato. Queste somme massime di responsabilità sono valide per ogni viaggiatore e viaggio.

 

11. Esclusione di diritti e prescrizione

 

11.1. Il cliente può far rivalere dei diritti nei confronti della RAT in caso di un´esecuzione del viaggio non conforme ai termini contrattuali entro un mese dalla fine del viaggio prevista dal contratto. Scaduto questo termine il viaggiatore può rivendicare dei diritti solo in caso siano sopraggiunti degli impedimenti a lui non imputabili che non gli hanno permesso l´osservanza del termine.

 

11.2. I diritti del cliente cadono in prescrizione ai sensi dei §§ 651 c - f del BGB trascorso un anno dalla data del viaggio di ritorno prevista contrattualmente. Qualora siano in sospeso delle contrattazioni tra la RAT e il cliente per diritti rivendicati o per circostanze motivanti il diritto, la prescrizione è impedita fino al momento in cui il cliente o la RAT si oppone a un proseguimento delle contrattazioni per iscritto o sotto forma di testo elettronico. La prescrizione diventa esecutiva al più presto 3 mesi dopo il termine dell´impedimento.

 

12. Scelta giuridica e foro competente

 

12.1. Per i rapporti giuridici e contrattuali tra la RAT e i clienti che non hanno alcuna residenza o sede commerciale in Germania viene applicata esclusivamente la legge tedesca.

 

12.2. Il cliente può citare la RAT solo dove quest´ultima ha la sua sede legale.

 

12.3. Per azioni legali da parte della RAT nei confronti del cliente è determinante il luogo di residenza del cliente a meno che l´azione legale non sia rivolta a imprenditori, persone giuridiche di diritto pubblico o privato che hanno la loro residenza o il loro consueto domicilio all´estero o la loro residenza o il consueto domicilio al momento della proposizione dell´azione sia sconosciuta/o. In questo caso è determinante la sede della RAT.

 

Operatore turistico:

 

La Vs. parte contraente è la Regio Augsburg Tourismus GmbH, Schiessgrabenstrasse 14, 86150 Augsburg, Germania, tel. +49(0)821 50207-0, amministratore delegato: Götz Beck